menu

Altri tour

Un tour guidato di 2 ore circa, che include le visite del Duomo e del Chiostro di Monreale. Monreale, a 7 km dal centro di Palermo, è ubicata alle falde del Monte Caputo, a circa 20 minuti di percorrenza in auto.

Monreale fu il luogo scelto da Guglielmo II, ultimo re normanno, per edificare il complesso monumentale, di cui oggi conserviamo il Duomo, costruito a partire dal 1172. Grandioso nelle sue dimensioni e perfetto nella sua armonia spaziale, tripudio dell’oro e trionfo della luce, il suo interno vi lascerà senza fiato. Mosaicisti bizantini e veneti, maestranze islamiche e locali decorarono le pareti con mosaici splendenti che narrano le vicende del Vecchio e del Nuovo Testamento.

Qualche anno dopo Guglielmo II fece costruire anche un Monastero destinato ad ospitare i monaci Benedettini chiamati per la custodia della Chiesa. La visita del Chiostro, parte integrante dell’antico Monastero, vi mostrerà un luogo di rara bellezza, in cui ancora oggi si respira un’aria di profonda spiritualità. Ha la forma di un quadrato perfetto, arricchito da eleganti colonnine, impreziosite da capitelli, tutti riccamente scolpiti e che rappresentano una ricchissima documentazione della scultura medievale.

Una visita guidata di circa 3 ore che vi condurrà alla scoperta della grandiosa Cattedrale di Monreale e del suo splendido Chiostro, e delle Catacombe dei Cappuccini (le Catacombe dei Cappuccini sono MOMENTANEAMENTE CHIUSE).

Visitare le Catacombe dei Cappuccini risulta un’esperienza dal forte impatto, ma allo stesso tempo ricca di fascino. La visita si svolge all’interno di un antico cimitero sotterraneo che accoglie migliaia di mummie risalenti ad un periodo compreso tra la fine del XVI secolo e gli inizi del XX secolo. Le Catacombe dei Cappuccini di Palermo, luogo che ha attirato e affascinato anche poeti e scrittori, costituisce un interessantissimo documento storico della moda di allora poichè le mummie indossano ancora l’abbigliamento dell’epoca.

Un tour di mezza o di giornata intera alla scoperta dell’affascinante Cefalù, ubicata a circa 70 km da Palermo. Cefalù coniuga il prezioso valore artistico e culturale del suo centro storico, alla spiaggia di sabbia dorata ed al mare cristallino. Il centro storico, dominato dal Duomo, meravigliosa costruzione di epoca Normanna, va esplorato esclusivamente a piedi perdendosi tra le innumerevoli stradine, un’esperienza entusiasmante e ricca di sorprese. Il tour prevede una passeggiata guidata del centro, la visita della Cattedrale e del lavatoio medievale; tempo libero per lo shopping o per una passeggiata in spiaggia.

Un tour di intera giornata dedicato alla splendida cittadina di Erice. A poco più di 100 km da Palermo ed in provincia di Trapani, una visita all’affascinante borgo medievale che sorge sull’omonimo monte a circa 750 metri sul livello del mare. Una passeggiata tra le tortuose stradine del centro in cui il tempo sembra essersi fermato. Storia, miti ma soprattutto indimenticabili panorami sulle Saline di Trapani e le isole Egadi renderanno il tour un’esperienza indimenticabile.

Un tour di intera giornata alla scoperta delle Saline dello Stagnone e di Marsala, ubicati a circa 120 km da Palermo. Una visita all’insegna della bellezza dei paesaggi che caratterizzano questo angolo della Sicilia. In provincia di Trapani, nella Sicilia occidentale vi attendono luoghi ed atmosfere di raro fascino: specchi d’acqua, mulini e distese di sale. Benvenuti nella Riserva della laguna dello Stagnone, luogo in cui è possibile assistere ad uno dei tramonti più belli della Sicilia. Una passeggiata a piedi per apprezzare il fascino del centro storico di Marsala, città definita di storia, di vino e di mare.

Sulle tracce degli antichi fiumi di Palermo

Una passeggiata guidata di 3 ore circa nel centro storico di Palermo ripercorrendo le tracce dei due antichi corsi d’acqua della città, il Kemonia ed il Papireto. “Protagonisti” in passato di numerose inondazioni (in particolare il Kemonia), scorrono sotterranei, essendo stati interrati e deviati a partire dal XVI sec. Chiamato anche fiume del Maltempo, a causa del suo regime instabile e talvolta impetuoso, il Kemonia faceva il suo ingresso in città all’altezza della via Porta di Castro e, attraversando Ballarò e l’Albergheria, Piazza del Ponticello, così chiamata per quel ponticello sopra il fiume che collegava due parti della città, si disperdeva slargandosi  versando le sue acque a ridosso del bacino portuale. Il Papireto scorreva esattamente sul versante opposto; aveva origine dal Danisinni e, sviluppandosi attraverso delle “depressioni”, raggiungeva il mare. Da Via Venezia (ex conceria) ripercorrendo le tracce dell’antico fiume raggiungeremo Via Papireto ed il mercato delle Pulci.

Richiedi la disponibilità per questo tour
o proponi il tuo tour personalizzato!
Sarai prontamente ricontattato.

    * campi obbligatori

    Dichiaro di aver letto e di accettare le vostre condizioni sulla privacy