menu

Itinerario Barocco Palermo

Itinerario Barocco Palermo: strade, chiese ed oratori

L’itinerario Barocco di Palermo è un tour a piedi nel centro storico della città, rivolto a chi desidera soffermarsi non soltanto sui più noti monumenti, ma che vuole focalizzare l’attenzione su un periodo (XVII e XVIII secolo) nel quale fasto e sovrabbondanza hanno caratterizzato Palermo. Un’esplosione di decorazioni, marmi e stucchi; scrigni preziosi si schiuderanno innanzi a voi, mostrando la loro anima pulsante.

L’itinerario barocco di Palermo vi farà rivivere quel fervore costruttivo che caratterizzò Palermo tra il 1600 ed il 1700; strade e piazze (Via Maqueda, i “Quattro Canti”), l’antico Cassaro ed in generale l’edificazione di un centro cittadino votato alla competizione fra famiglie nobiliari, ordini religiosi e congregazioni.

Palermo itinerario Barocco: le decorazioni

Nello stesso periodo un posto di rilievo fu riservato alle chiese. Scoprirete la chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, il cui apparato decorativo dell’interno vi lascerà senza fiato. Un fastoso complesso di elementi ornamentali che riveste tutte le superfici, una fusione di intarsi marmorei policromi, sculture ed affreschi.

Grande rilevanza durante tale periodo ebbero altresì gli Oratori; il nostro tour di Palermo con l’itinerario Barocco dedicherà un ampio spazio alla loro visita. Gestiti da Compagnie e Confraternite, gli Oratori erano edifici ad aula rettangolare che concentravano lo sfarzo e l’abbellimento delle decorazioni esclusivamente all’interno, luogo riservato soltanto ai confratelli.
La sfarzosa decorazione degli interni è principalmente legata all’attività di Giacomo Serpotta, che si specializzò nella lavorazione dello stucco, campo nel quale le sue opere raggiunsero dei risultati raffinati ed originali.

L’itinerario Barocco di Palermo non può non includere una visita all’oratorio di Santa Cita; uno dei capolavori di Giacomo Serpotta che vi ammalierà con il candore del suo interno. Le pareti laterali dell’aula in cui si sviluppano i “teatrini” che raffigurano i Misteri del SS. Rosario, sono arricchite dalle statue allegoriche delle virtù e da un tripudio di putti che giocano su festoni di fiori e frutta.

L’Oratorio del SS. Rosario in San Domenico è invece caratterizzato dalla fusione di scultura e pittura. I dipinti seicenteschi furono integrati con un apparato decorativo in stucco eseguito da Giacomo Serpotta. All’interno pregevoli tele e dipinti, tra cui la “Madonna del Rosario” di Anton Van Dyck, impreziosiscono l’aula.

Punto di incontro

Piazza Giuseppe Verdi

Percorso

Via Maqueda, “Quattro Canti”, chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, Oratorio di Santa Cita, Oratorio del SS. Rosario in San Domenico.

Durata

3 ore e mezza

Richiedi info sui costi e disponibilità per questo tour.
Sarai prontamente ricontattato.

Vuoi abbinare la visita
di Monreale a questo tour?
Clicca qui per saperne di più.

    * campi obbligatori

    Dichiaro di aver letto e di accettare le vostre condizioni sulla privacy